Contattaci e prendi un appuntamento

 

ORARI DELLO STUDIO

lo Studio è aperto dal lunedì al venerdì

9:00-12:00 / 15:00-18:00

sabato – solo su appuntamento


per appuntamenti telefonare

9:00-12:00 / 15:00-18:00

 

 

RECAPITI TELEFONICI

Telefono/fax: 0187738056


email: info@centromedicoduesoli.it


 

URGENZE OCULISTICHE festive e prefestive
Cellulare: 3407915159

 

27 febbraio 2016
L’elettrocardiogramma in ambulatorio

L’elettrocardiogramma è un esame che viene eseguito in ambulatorio o a domicilio al letto del Paziente, attraverso cui è possibile registrare e rappresentare graficamente l’attività elettrica del cuore, che corrisponde alle contrazioni e rilasciamenti con cui il muscolo cardiaco svolge la sua attività.

Dal momento dell’invenzione è lo strumento medico più accurato per la misurazione della frequenza cardiaca, per rilevare la presenza e la tipologia delle aritmie e delle alterazioni della normale sequenza di attivazione elettrica del cuore.

In presenza di un sospetto infarto del miocardio in atto, è un indispensabile strumento diagnostico del cardiologo in emergenza/urgenza (approfondiremo questo aspetto nel prossimo articolo; oggi ci limitiamo a descriverne le potenzialità nel suo uso ambulatoriale).

Può dare preziose informazioni sull’orientamento del cuore, sull’eventuale ispessimento delle pareti del muscolo cardiaco e/o ingrandimento delle camere cardiache, e sulla presenza di pregressi infarti del miocardio.

La sua interpretazione può portare al riconoscimento di anomalie elettrolitiche, (in particolare della potassiemia e della calcemia) e permette il riconoscimento di alcune sindromi genetiche cardiache o alterazioni cardiache strutturali. Si utilizza per monitorare l’effetto di alcuni farmaci; si utilizza nello screening standard prima di venire sottoposti a intervento chirurgico, ed è un importante test di screening per alcuni mestieri ad elevato rischio e per l’attività sportiva.

Per eseguire l’elettrocardiogramma vengono applicati sulla pelle, al livello dei polsi, delle caviglie e sul petto 12 piastrine metalliche (elettrodi) che trasmettono all’elettrocardiografo impulsi derivati dall’attività elettrica generata dal cuore; l’apparecchio, a sua volta, li rielabora e li stampa su carta termica sotto forma di un tracciato grafico (elettrocardiogramma). Tutto ciò richiede pochi minuti.

E’ buona norma fotocopiare il tracciato perché con gli anni e con l’umidità la traccia tende a scolorire e ne rende impossibile l’interpretazione.

L’esecuzione dell’elettrocardiogramma non prevede alcuna norma di preparazione e non ha alcuna controindicazione. E’ un esame semplice, non invasivo, indolore ed è privo di rischi. Pertanto è un esame da effettuare almeno una volta nella vita, come screening.

Ovviamente si deve tenere conto del fatto che un elettrocardiogramma a riposo “fotografa” la situazione cardiaca nel momento in cui esso viene effettuato, e non rappresenta una “garanzia” di buona salute cardiaca nel futuro. Molto importante è il confronto dell’elettrocardiogramma con tracciati precedenti; determinate alterazioni, se di nuovo riscontro, possono essere molto importanti per impostare un adeguato percorso diagnostico e terapeutico.

Ultimi articoli inseriti

10 novembre 2017
Alluce valgo – No Problem

PBS – Tecnica Percutanea Mininvasiva

L’alluce valgo è una deformità dell’avampiede ben conosciuta specie dal sesso femminile con nomignoli tipo “nocetta”, “patata”, “cipolla” che ben indicano la realtà della situazione.

Questa “noce”...

Dott. POLLIANO Flavio
leggi
18 settembre 2017
Una vita su due ruote

Sabato 16 settembre a Parma si è tenuta la terza edizione del congresso “Una vita su due ruote” organizzato dalla Clinica Mobile nel mondo e che ha visto la partecipazione...

Dott. SOLIGNANI Federico
leggi
28 agosto 2017
Centro d’eccellenza per il linfedema a La Spezia

Una signora romana affetta da linfedema ringrazia pubblicamente il dottor Costantino Eretta, Chirurgo del nostro Ospedale di Sarzana, per avere risolto il suo problema per il quale aveva già consultato...

Direzione
leggi